05/09/2002 - Note di Notte

FEMMINE FATALI. ARMIDA

2002_09_05_047

Tratto dal progetto di Peter Stein "Femmine Fatali, Armida" - prima parte di questo lavoro - è tratto dalla "Gerusalemme Liberata" di Torquato Tasso. Seduttrice implacabile, Armida s'innamora di Rinaldo, quindi lo rinchiude in un giardino magico dove è possibile dare sfogo al loro amore. Ma i crociati liberano Rinaldo, e Armida cade nella più profonda disperazione. 
 Alessandro Nidi: pianoforte; Massimo Ferraguti: clarinetto, clarinetto basso, sax tenore; Danilo Grassi: percussioni.


English version not available

Italiano

Teatro Bibiena. Sala gremita di pubblico. Maddalena Crippa recita e canta le ottave del Tasso che narrano dell'amore tra Armida e Rinaldo. E le «alate parolette», le carezze, le seduzioni della maga nel suo giardino incantato e segreto divengono magia grazie alle musiche originali composte da Alessandro Nidi. Pianoforte, percussioni, fiati... gli ingredienti giusti per far rivivere al giorno d'oggi quel favoloso corteggiamento, per renderlo godibile in un'epoca che ormai ha perso il piacere di leggere poemi cavallereschi. Il piano e i fiati liberano le loro delicate ed avvolgenti melodie nell'aria, le percussioni creano atmosfere suggestive e impreziosiscono il tessuto poetico del Tasso di brillii, gocciolii, tuoni, lampi e scrosci d'acqua. È magia, e il Tasso sorride dietro i 'rai' seducenti di Armida.

1Luoghi collegati