08/09/2006 - Scritture Giovani

SCRITTURE GIOVANI 2006


2006_09_08_109

3. Presentazione e reading


La seconda giornata di "Scritture Giovani" vede protagonisti il norvegese Gaute Heivoll, autore di poesie, racconti e romanzi, tra cui "Ungdomssangen" ("Canto di gioventù") e il nostro Cristiano Cavina. L'incontro è coordinato dai ragazzi di "Blurandevù".


English version not available

Italiano
Inglese

La semplicità e spontaneità dei ragazzi di Blurandevù anima il terzo evento di "Scritture Giovani" tenutosi questo pomeriggio. Si inizia con un sottofondo musicale realizzato dagli stessi ragazzi, si condisce il tutto con mille domande e curiosità, per finire con un reading-recitato di alcuni brani tratti dai racconti dei due ospiti, ispirati al tema casablanca. «Cinque aggettivi per descrivervi», è la prima delle domande: Cristiano Cavina, ormai veterano di quest'edizione di "Scritture Giovani" risponde con «romagnolo - imbornito - scemo - appassionato - disordinatissimo»; il norvegese Gaute Heivoll, tradotto dall'inglese da Alessandro opta per «sensibile - felice - triste - semplice - complesso». Se il libro preferito dell'uno è "Il libro degli abbracci" di Galeano, per l'altro si tratta invece di "Il castello" di Kafka. Queste due personalità molto diverse, l'ironico e vitale Cavina e il malinconico e spesso triste, per sua stessa ammissione, Heivoll, sembrano rappresentare le caratteristiche o i cliché, forse, delle rispettive nazioni. A sorpresa i due autori leggono nel finale un brano dei loro lavori in lingua originale: norvegese e... romagnolo! E a doverosa conclusione, le note di "Libera nos a malos" di LIgabue.

1Luoghi collegati

1Enti correlati