11/09/2011 - Tracce. Live e on demand su telecomitalia.com

IL POSTO GIUSTO PER SUONARE

2011_09_11_TR1730

Bach sta bene in montagna, Dvořàk in giro per San Pietroburgo: per Mario Brunello ("Fuori con la musica") ogni brano musicale ha il suo luogo ideale.

English version not available

Italiano

L'ultima "Traccia" sotto la tenda di Piazza Sordello ci regala un lieto fine di parole e musica: protagonista è il violoncellista Mario Brunello, in uscita con "Fuori con la musica", edito da Rizzoli.
La mezz'ora vola mentre il musicista racconta gli espisodi che hanno caratterizzato la sua esperienza: la prima volta alla Scala, in cui la musica era il mezzo per riempire l'enorme silenzio che lo circondava, il suo concerto a San Pietroburgo e tutte le città che in generale lo hanno ospitato e accolto. Poi per Brunello è arrivato l'incontro con il quartetto Alban Berg, la cui collaborazione si è rivelata un'esperienza paragonabile, queste le sue parole, «ad un giro in Ferrari», e quella successiva con Vinicio Capossela.
Infine parla delle suite, con cui si chiude il libro, ognuna delle quali è associata ad un luogo particolare. Questo non perché gli interessi particolarmente il panorama (Brunello suona ad occhi chiusi), ma perché si sposta continuamente alla ricerca del silenzio, quel silenzio che sta nella mente del compositore quando inizia a scrivere.
Dal pubblico chiedono come si fa a coniugare il lavoro di musicista con la gioia di far musica; la risposta è molto semplice, si tratta di trasformare la routine, il lavoro quotidiano, in felicità e passione; questo ogni volta che si inizia a suonare, perchè ogni volta sarà diverso.
Il consiglio è di procurarvi il libro e di leggerlo accompagnandolo agli ascolti che trovate sul sito internet di Mario Brunello: musica e scrittura si fonderanno per trovare così l'armonia perfetta.

1Luoghi collegati

21Eventi collegati

1Enti correlati