Arpaia, Bruno

Persona

Bruno Arpaia al Festivaletteratura - ©Festivaletteratura

Bruno Arpaia è giornalista e scrittore. Dopo la laurea in Scienze politiche e in Storia americana all'Università di Napoli, lavora inizialmente per "Il Mattino" di Napoli e successivamente per la redazione milanese di "La Repubblica" fino al 1998, quando decide di dedicarsi al giornalismo da free-lancer. Grazie all'ottima conoscenza della letteratura iberica e latino americana diventa consulente editoriale per Longanesi traducendo le opere di Josè Ortega y Gasset e Paco Ignacio Taibo II, e cura per i Meridiani Mondadori il II volume delle opere narrative di Gabriel Garcìa Màrquez. Vincitore nel 2002 del premio Instituto Cervantes come migliore traduttore italiano dal castigliese, collabora con "Il Sole 24Ore" recensendo libri di autori spagnoli, portoghesi e sud americani. Nel 1990 esordisce come scrittore di narrativa con il romanzo "I forestieri" per il quale vince il premio Bagutta Opera Prima. Seguono "Il futuro in punta di piedi" (1994), "Tempo perso", premiato con il Premio Hammett Italia 1997 (finalista al Premio Elsa Morante-Isola di Arturo), il cui protagonista, il rivoluzionario Laureano, intreccia le sue avventure con il filosofoWalter Benjamin nel successivo libro "L'Angelo della storia" (2001), finalista al Premio Campiello. Ha redatto anche il pamphlet politico "Per una sinistra reazionaria "(2007).

Bruno Arpaia was born in Ottaviano (Naples) in 1957. He graduated with a degree in Political Sciences and in American History at the University of Naples and he started working as a journalist first for "Il Mattino" and later for "La Repubblica". He also works as a publishing advisor and as a translator of Spanish and Latin American literature. He translated, for example, books by José Ortega y Gasset, Camilo José Cela and Paco Ignacio Taibo II. Since 1989 he has been living in Milan, where he works as a free-lance journalist. He wrote several essays and four novels: "I forestieri" (1990), thanks to which he was awarded the Bagutta Opera Prima prize; "Il futuro in punta di piedi" (1994); "Tempo perso", which won the Premio Hammett Italia 1997 (finalist for the Premio Elsa Morante-Isola di Arturo); and "L'angelo della storia" which describes the last days of Walter Benjamin's life, the great German writer and philosopher, who tried to escape from the Nazis. He wrote also the politic pamphlet "Per una sinistra reazionaria" (2007).

Bibliografia

"I forestieri", Leonardo, 1990
"Il futuro in punta di piedi", Donzelli, 1994
"Tempo perso", Marco Tropea, 1997
"L'angelo della storia", Guanda, 2001 (2005)
"Tempo perso", Guanda, 2002 (2006)
"Raccontare, resistere. Conversazioni con Bruno Arpaia", con Sepúlveda Luis, TEA, 2003
"Il passato davanti a noi", Guanda, 2006
"Per una sinistra reazionaria", Guanda, 2007
"Il passato davanti a noi", Guanda, 2009
"L' energia del vuoto", Guanda, 2011 (2012)
"La cultura si mangia!", con Pietro Greco, Guanda, 2013
"Prima della battaglia", Guanda, 2014 (2015)