Fior, Manuele

Persona

Manuele Fior al Festivaletteratura 2011 - ©Festivaletteratura

Dopo la laurea in Architettura all'Università di Venezia, Manuele Fior (Cesena, 1975) si trasferisce a Berlino, dove vive e lavora come fumettista, illustratore e architetto fino al 2005, quando decide di trasferirsi a Oslo e successivamente a Parigi. L'esperienza maturata in campo architettonico contribuisce sin da subito a rendere inconfondibile il suo tratto: «quando mi sono riavvicinato al fumetto - ha asserito in un'intervista - lavoravo a tempo pieno come architetto e non ero al corrente di cosa si facesse in giro. Perciò ho utilizzato i materiali che avevo sottomano nello studio». Nel 1994 vince il primo premio alla 'Bienal do Juvenes Criadores do Mediteraneo' di Lisbona - settore fumetto. Dal 2001 collabora con l'editore tedesco Avant-Verlag e incomincia una proficua produzione di storie corte a fumetti scritte dal fratello Daniele e apparse su "Black", "Bile Noire", "Sttripburger", "Forresten" e "Osmosa". Nel 2004 pubblica il suo primo graphic novel, "Les Gens le Dimanche". Da allora collabora come illustratore per "The New Yorker", "Le Monde", "Vanity Fair", "la Repubblica", "Il Sole 24 Ore", "Internazionale", "Il Manifesto", "Rolling Stone Magazine", "Les Inrocks", Edizioni EL, Fabbri, Nathan, Bayard, Far East Festival. Nel 2010 entra nel gotha del fumetto europeo grazie al graphic "Cinquemila chilometri al secondo" (Fauve d'Or - Miglior Album al Festival Internazionale di Angoulême 2011 e Premio Gran Guinigi - Autore Unico a Lucca 2010), cui fanno seguito "L'intervista" (2013), "Le variazioni d'Orsay" (2015) e "I giorni della merla" (2016). (foto: © Festivaletteratura)

After graduating in Architecture at the University of Venice, Manuele Fior (Cesena, 1975) moved to Berlin, where he lived and worked as a cartoonist, illustrator and architect until 2005, when he decided to move to Oslo and then later to Paris. His experience in the field of architecture aided the development of his unmistakable style: "When I came back to comics," he said in an interview, "I was working full time as an architect and I wasn't really aware of what was around. So I used the materials that I had to hand in the office." In 1994, he won first prize at the 'Bienal do Juvenes Criadores do Mediteraneo' in Lisbon, in the comic section. He has worked with the German publisher Avant-Verlag since 2001, producing short stories in comic form written by his brother Daniele, which have been featured in "Black", "Bile Noire", "Sttripburger", "Forresten" and "Osmosa". 2004 saw the release of his first graphic novel, "Les Gens le Dimanche". Since then he has worked as an illustrator for "The New Yorker", "Le Monde", "Vanity Fair", "la Repubblica", "Il Sole 24 Ore", "Internazionale", "Il Manifesto", "Rolling Stone Magazine", "Les Inrocks", Edizioni EL, Fabbri, Nathan, Bayard, and the Far East Festival. In 2010, he entered into the elite of European comics with the graphic novel "Cinquemila chilometri al secondo" (Fauve d'Or - Miglior Album al Festival Internazionale di Angoulême 2011 and Premio Gran Guinigi - Autore Unico a Lucca 2010), followed by "L'intervista" (2013), "Le variazioni d'Orsay" (2015) and "I giorni della merla" (2016).(photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

"Rosso oltremare", Coconino Press, 2006
"La signorina Else", Coconino Press, 2009
"Cinquemila chilometri al secondo", Coconino Press, 2010
"L'intervista", Coconino Press, 2013
"Le variazioni d'Orsay", Coconino Press, 2015
"I giorni della merla", Coconino Press, 2016

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana