Boatti, Giorgio

Persona

Giorgio Boatti al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Scrittore e giornalista italiano, è nato a Zinasco nel 1948. Dopo varie militanze in partiti politici si impegna nell'organizzazione antimilitarista PID (Proletari in Divisa), presente nei primi anni '70 nelle regioni orientali dell'Italia. Si laurea con una tesi sull'inserimento dei volontari partigiani nell'Esercito e incomincia a collaborare con varie università insieme all'esperto di storiografia militare italiana Giorgio Rochat, pubblicando saggi sullo spionaggio e sulle organizzazioni di sicurezza. Dal 1979 al 1982 entra nella redazione del giornale "Il Lavoro" di Genova; lasciata questa decide di diventare free-lance e collabora con molte testate, tra le quali "il Manifesto". Ha firmato per circa dodici anni la rubrica "Luoghi comuni" sul supplemento "Tuttolibri" de "La Stampa", dedicata a personaggi e temi dell'Italia contemporanea. A causa del suo lavoro "Piazza Fontana. 12 dicembre 1969" viene denunciato per diffamazione aggravata ma il processo si conclude con la piena assoluzione dell'autore. Notevole anche la sua attenzione verso il paesaggio italiano e le sue trasformazioni, che ha dato vita ai saggi "Sulle strade del silenzio" (2012), "Un paese ben coltivato" (2014) e "Portami oltre il buio" (2016).(foto: © Festivaletteratura)

Giorgio Boatti is an Italian journalist and writer, born in Zinasco in 1948. After engaging himself for several political parties, we works for the organization of the antimilitarist PID (Proletari in Divisa), active in the eastern regions of Italy in the early 1970s. He graduates with a dissertation on the Italian partisans, integrated in the military and begins to collaborate with several universities and Giorgio Rochat, expert on the history of the Italian military, also pulishing essays on espionage and secret services. From 1979 till 1982 he is a member of the editorial office of "Il Lavoro" in Genoa, after which he decides to work free lance for several papers, including "il Manifesto". For over ten years he wrote the column "Luoghi comuni" on characters and topics of present day Italy in "Tuttolibri", a supplement of "La Stampa". After his production "Piazza Fontana. 12 Dicembre 1969", he was accused of serious slander, later he was acquitted.(photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

"L'arma. I carabinieri da De Lorenzo a Mino. 1962-1977", Feltrinelli, 1978
"Il computer per il medico", con Mario Salvatori, Jackson, 1985
"Le spie imperfette",Rizzoli, 1987
"Enciclopedia delle spie", Rizzoli, 1989
"Il comunismo portatile", Rizzoli, 1992
"Vita e morte della Dc", con Vauro Senesi, Manifestolibri, 1992
"Piazza Fontana. 12 dicembre 1969", Feltrinelli, 1993 (Einaudi, 2009)
"Cielo nostro", Dalai Editore, 1997
"Preferirei di no. Le storie dei dodici professori che si opposero a Mussolini", Einaudi, 2001 (2010)
"La terra trema. Messina 28 dicembre 1908. I trenta secondi che cambiarono l'Italia, non gli italiani", Mondadori, 2004
"Quando tutti ci chiamavamo Mario", Nicolodi, 2005
"Bolidi. Quando gli italiani incontrarono le prime automobili", Mondadori, 2006
"Biciclette. Lavoro, storie e vita quotidiana su due ruote", Monte Università parma, 2007
"Spie. I servizi segreti delle multinazionali. Dossier, intercettazioni, guerre informatiche", Mondadori, 2008
"Sulle strade del silenzio. Viaggio per monasteri d'Italia e spaesati dintorni", Laterza, 2012 (2014)
"Un paese ben coltivato. Viaggio nell'Italia che torna alla terra e, forse, a se stessa", Laterza, 2014 (2016)
"Portami oltre il buio. Viaggio nell'Italia che non ha paura", Laterza, 2016