05/09/2003 - Scritture giovani

SCRITTURE GIOVANI

2003_09_05_110

4. scrittori a confronto: borders



Per l'incontro serale sul tema dei confini, con Angharad Price ritorna il giovane italiano Flavio Soriga. Insieme a loro David Grossman, l'acclamato scrittore israeliano autore di "Che tu sia per me il coltello". 


English version not available

Italiano
Inglese

Posti a sedere esauriti, gradini contesi e gelosamente presidiati: "Scritture Giovani" cresce, e coinvolge la folta platea in una serata di amabili chiacchiere e riflessioni, dove con occhio attento e benevolo David Grossman assume il ruolo di critico d'eccezione, esaminando i lavori degli esordienti Price e Soriga. Si respira un'aria di verità in quanto viene narrato dall'autrice gallese, con stile piano e mai pomposo; il suo racconto forse difetta di approfondimento psicologico e nel finale cede un po' al sentimentalismo, ma trova in Lella Costa una convinta sostenitrice, che ne suggerisce una lettura più «cultural » che introspettiva, dove i personaggi diventano simboli. Di Soriga lo scrittore israeliano apprezza la sensibilità nell'obliterare le sfumature delle emozioni dell'animo umano, ma anche la capacità di non dire e lasciare immaginare. Le scritture giovani possono considerarsi promosse a pieni voti e intrattenersi con Grossmann e la Costa sui temi legati al magico mondo della scrittura, dove il momento più critico, generoso e coraggioso sembra essere quello del distacco dalla propria opera, pubblicata e consegnata nelle mani dei lettori. Le ore si fanno piccole e ci si appresta a far calare il sipario. Ma come fermare l'inarrestabile Soriga, lanciato in una lettura a due voci della sua scanzonata "Confini" con la Costa? "Scritture Giovani" cresce ancora, in un caldo e sincero applauso finale.

1Luoghi collegati

1Enti correlati