Boella, Laura

Persona

Laura Boella al Festivaletteratura 2007 - ©Festivaletteratura

Laura Boella è titolare della cattedra di filosofia morale presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi di Milano. Ha frequentato il Liceo Classico 'Silvio Pellico' di Cuneo ed è stata allieva del Collegio Medico-Giuridico della Scuola Normale Superiore di Pisa, laureandosi in giurisprudenza con una tesi in filosofia del diritto. Ha scritto diversi studi sul marxismo critico e la filosofia dell'utopia, guardando da principio a pensatori come György Lukács ("Il giovane Lukacs", 1977) ed Ernst Bloch ("Ernst Bloch. Trame della speranza", 1987); di quest'ultimo ha tra l'altro curato l'edizione italiana dei principali scritti degli anni Trenta ("Eredità del nostro tempo", 1992; "Geographica", 1993; "Tracce", 1997). Nello stesso tempo approfondisce alcuni cardini della fenomenologia, rapportandosi soprattutto ai concetti di empatia e simpatia in Edmund Husserl, Edith Stein e Max Scheler. Di rilievo anche la sua attenzione verso il pensiero femminile del Novecento, letto attraverso la lente di filosofe del calibro di Simone Weil, Maria Zambrano, Edith Stein e Hannah Arendt. Alla riflessione etico-politica della Arendt, in particolare, ha dedicato importanti contributi, tra cui "Hannah Arendt. Agire politicamente, pensare politicamente" (1995 e 2005) e un capitolo del volume "Il pensiero ebraico del Novecento" (2015).(foto: Festivaletteratura)

Laura Boella is full professor of Moral Philosophy at the Department of Philosophy at the University of State in Milan. She edited the Italian edition of most writings by Ernst Bloch of the Thirties, she then edited the Italian edition by H. Arendt "Il Concetto d'Amore in Agostino". She is a member of the editorial staff of "aut-aut" and the scientific committee "La societa' degli individui".

Bibliografia

"La via a Marx del giovane Lukacs", Giuffrè, 1971"Il giovane Lukacs. La formazione intellettuale e la filosofia politica, 1907-1929", De Donato, 1977"Ernst Bloch. Trame della speranza", Jaca Book, 1987"Dietro il paesaggio. Saggio su Simmel", UNICOPLI, 1988"Parlare di Hannah Arendt. Due conversazioni", a cura di Delfina Lusiardi, Università delle donne Simone de Beauvoir, 1991"Il presente e la storia. Benjamin e Bloch", Fondazione Calzari Trebeschi, 1993"Le parole-chiave della politica", Scuola di cultura contemporanea, 1993"Hannah Arendt, Agire politicamente, pensare politicamente", Feltrinelli, 1995 (2005)"Morale in atto. Virtù, cattiva coscienza, purezze della vita morale nella riflessione di Vladimir Jankelevitch", CUEM, 1997"Cuori pensanti. Hannah Arendt, Simone Weil, Edith Stein, Maria Zambrano", Tre lune, 1998 (2001)"Per amore di altro", con Annarosa Buttarelli, Raffaello Cortina, 2000"Le imperdonabili. Etty Hillesum, Cristina Campo, Ingeborg Bachmann, Marina Cvetaeva", Tre lune, 2000 (Mimesis, 2013)"Maria Zambrano. Dalla storia tragica alla storia etica. Autobiografia, confessione, sapere dell'anima", CUEM, 2001"Grammatica del sentire. Compassione simpatia empatia", CUEM, 2004"Sentire l'altro. Conoscere e praticare l'empatia", Raffaello Cortina, 2006"Neuroetica. La morale prima della morale", Raffaello Cortina, 2008"Credere oggi", con Enzo Bianchi, Il Margine, 2012"Il coraggio dell'etica. Per una nuova immaginazione morale", Raffaello Cortina, 2012"Etica civile. Orizzonti", con Marc Augé, Messaggero, 2013"Hannah Arendt", in AA.VV., "Il pensiero ebraico del Novecento", a cura di Adriano Fabris, Carocci, 2015