11/09/2009 - Vocabolario europeo

VOCABOLARIO EUROPEO
. La parola (d)agli autori

2009_09_11_098

Coordina Giuseppe Antonelli

Santo Piazzese - dal siciliano, traggediaturi s.m.: 'persona dagli atteggiamenti teatrali'
 Gunilla Lundgren - dallo svedese, årstider s.m.: 'stagioni'



Quattordici nuove parole entrano quest'anno nel Vocabolario Europeo. Avviato in occasione di Festivaletteratura 2008, il Vocabolario punta a raccogliere come patrimonio da condividere la pluralità di voci che innervano e mettono in relazione le culture e le lingue europee: voci intese come parole e nel contempo come scrittori, chiamati qui a scegliere le parole e a spiegarne i significati, attraverso il loro personale rapporto con ciascuna di esse. Cura la redazione del vocabolario Giuseppe Antonelli, storico della lingua.

English version not available

Italiano
Svedese

Momenti di ilarità e di curiosità questo pomeriggio nella Chiesa di Santa Maria della Vittoria, dove Santo Piazzese e la svedese Gunilla Lundgren, coordinati da Giuseppe Antonelli, hanno portato avanti la saga del "Vocabolario Europeo". In questa serie di eventi ogni anno nuove parole, tratte dalle varie culture e lingue europee, entrano a far parte del patrimonio comune. Il filo conduttore della puntata di oggi è stata la natura, intesa sia come paesaggio, ambiente, che come carattere, natura umana. Piazzese ha spiegato al pubblico l'origine della parola siciliana 'traggediaturi', che deriva da 'tragedia' e indica la tendenza tipica degli italiani del sud di amplificare tutto attraverso la gestualità e la parola. 'Traggediaturi' ha però anche un'accezione mafiosa: in questo senso infatti il 'traggediatore' è il bandito di mafia, ovvero chi dà informazioni ai carabinieri. La Lundgren invece ha parlato del rapporto degli svedesi con la natura, che è emerso essere molto diverso da quello che hanno gli italiani con essa. La natura è un diritto di tutti, la proprietà privata è quasi inesistente e la neve non è considerata come una scocciatura, ma profondamente amata. E, a dispetto di quello che si pensa, non è solo la parola svedese 'IKEA' ad essere entrata a far parte della nostra lingua; ci sono molti altri termini che usiamo quasi inconsciamente, e uno di quelli che sta andando diffondendosi adesso è 'Årstider', che significa 'stagioni'.

1Luoghi collegati